Passa ai contenuti principali

Post

Post in evidenza

Il mio angolo

Negli angoli si accumula ciò che non viene spazzato via, restano frammenti che i nostri passi frettolosi non riescono a sollevare. 
Il mio angolo sempre uguale nasce per ricamare brandelli e cucirmeli addosso come una seconda pelle. 

In "Appunti di un diario virtuale condiviso" catturo istantanee, prendo nota di scorci di vita.

Ne "L'angolo della lettura" creo intrugli, miscelo vita e letteratura. 
Ero ancora molto piccola quando mi innamorai per la prima volta: avvenne nelle calde sere di luglio di molti anni fa, su una veranda che sotto la luna sembrava di sabbia o forse di oro. Fu lì, ascoltando i racconti di papà, che mi si svelò l'arcano mistero per cui piccoli segni l'uno accanto all'altro sprigionano magia. 
Mi innamorai dei libri prima ancora di riuscire a leggerli. 

In "Recensioniracconto ancora di letture, ma le osservo da lontano. 

Benvenuti nel mio angolo, cari lettori :-)



Ultimi post

"L'amica geniale" di Elena Ferrante

I miei due incontri con Dacia Maraini

La terza casa

"Una vita" di Guy De Maupassant: una passeggiata lungo il sentiero della vita

Un superstite

Recensione "I giorni dell'abbandono" di Elena Ferrante (no spoiler)

Sogno di una settimana di fine estate

L'amica austriaca

Cara tremenda nostalgia

I fantasmi delle notti d'estate

L’estremo saluto all’inquilino del comodino